Apri il menu principale

Tu, che dal freddo polo al polo adusto

Michele Brugueres

T Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Tu, che dal freddo polo al polo adusto Intestazione 23 luglio 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Michele Brugueres


[p. 74 modifica]

I1


Tu, che dal freddo polo al polo adusto
     Gran monarca trionfi, e gran guerriero,
     Ch’hai per scettro temuto il brando augusto,
     E del Mondo ogni parte hai per impero;
5Deh perchè contend’oggi il tuo pensiero
     Col pescator di Roma un lido angusto?
     Ferma, o Gallo immortal, che non è giusto
     Di far, che pianga, or ch’innocente è Pietro,
Se gl’arbìtri del Mondo il Ciel, ch’è pio,
     10A te donò, perchè donar non puoi
     Poca parte di Roma al Cielo, a Dio?
Se pur parte di Roma in Roma vuoi,
     Ti basti il Campidoglio: ah non s’udìo,
     Che altra parte di Roma abbian gli Eroi.

Note

  1. A luigi XIV. quando pretendeva la franchigia in Roma.