Trattato del diritto delle genti/II

Dei trattati

../I ../III IncludiIntestazione 2 settembre 2014 100% Da definire

I III
[p. 7 modifica]

§. II.


Dei Trattati.


Per trattare bisogna avere la qualità che si richiede, quella della potenza. L’etichetta esige che sia riconosciuta per tale.

I trattati abbracciando maggiori o minori rapporti in proporzione che gl’interessi si moltiplicano, e che la previdenza si sviluppa, non debbono avere positivamente in mira, fuorchè, la pace.

Se fosse altrimenti, essi tenderebbero a perpetuare la guerra.

Questo scopo sarebbe assurdo, poichè tenderebbe a ricondurre lo stato selvaggio che non conosce alcun trattato.

Finchè dura il trattato, esso toglie [p. 8 modifica]all’incertezza dell’arbitrario tutta quella porzione di diritti, che la convenzione abbraccia.

La guerra che gli succede non è più che uno stato di passaggio per arrivare a nuove relazioni pacifiche.