Differenze tra le versioni di "Rime (Guittone d'Arezzo)/Amistade d'envidia è medicina"

Correzione pagina via bot
(Correzione pagina via bot)
 
<poem>
Amistade d'envidiad’envidia è medicina
e de leggero piaga onni sua sana,
ché preziosa è sua vertude fina
{{R|4}}e bono è 'l’l maggio di natura umana.
Luce del mondo e spezial larga vina,
che 'n’n terra fai di bene onni fontana,
pane de vita e le dolzor cocina,
{{R|8}}devina grazia en lei giunge mondana.
E so'so’ gaud'ègaud’è l'autruil’autrui come 'l’l su'su’ bono,
e essa è d'umand’uman ben tutto savore,
{{R|11}}in cui bono sa reo e dolze amaro.
Vivendo senza lei mort'èmort’è ciascono,
e pover tutto 'l’l più ricco signore,
{{R|14}}e miser fort'efort’e vil tutto 'l’l più caro.
</poem>
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}
362 077

contributi