Pagina:Satire (Orazio).djvu/91: differenze tra le versioni

Correzione via bot
 
(Correzione via bot)
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 5: Riga 5:
Ti dia vendendo cara ogni tuo merce,
Ti dia vendendo cara ogni tuo merce,
Dimmi qual credi tu che in me pazzìa
Dimmi qual credi tu che in me pazzìa
(Giacchè ve n'ha più sorte) abbia radice.
(Giacchè ve n’ha più sorte) abbia radice.
A me sembra di star bene in cervello.
A me sembra di star bene in cervello.
{{R|460}}''Dam.'' Quando Agave portò reciso il teschio
{{R|460}}''Dam.'' Quando Agave portò reciso il teschio
Dell'infelice figlio al tirso infitto,
Dell’infelice figlio al tirso infitto,
Forse credea d'aver perduto il senno?
Forse credea d’aver perduto il senno?
''Or.'' Sì, pazzo io sono, (abbia suo loco il vero)
''Or.'' Sì, pazzo io sono, (abbia suo loco il vero)
E furioso ancor. Ma tu mi svela
E furioso ancor. Ma tu mi svela
Riga 22: Riga 22:
Dissimil tanto? E gareggiar con lui
Dissimil tanto? E gareggiar con lui
Tanto maggior di te non ti vergogni?
Tanto maggior di te non ti vergogni?
{{R|475}}D'un bue la zampa infranti avendo i figli</poem>
{{R|475}}D’un bue la zampa infranti avendo i figli</poem>
362 077

contributi