Differenze tra le versioni di "Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1859, V-VI.djvu/233"

 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
   
 
{{Pt|piere|compiere}}, a meno che non isperda il mio tempo nel seguire la mia ombra al sole, e nello scrutare tutta la mia deformità. — Ora perchè rifiutate mi furono le grazie, e il dono di piacere alle belle, fermo ho di recitare la parte del malvagio, e l’odio mio consacro ai frivoli diletti di questo tempo. Ho ordite feroci trame, tesi lacci pericolosi, seminando assurde voci, e spargendo libelli e sogni atti a fu nascere fra mio fratello Clarenza e il re un odio mortale. Se il re Eduardo è leale e giusto, come io sono astuto, falso e traditore, questo giorno deve vedere Clarenza tolto dal mondo per una profezia che dice, che la lettera ''G'' sarà mortale agli eredi di questo monarca. — Pensieri, rientrate addentro nella mia anima! Viene Clarenza. (''entra Clarenza fra le guardie, e Brakenbury'') Fratello, buon giorno: a che accennano gli armati che seguono Vostra Grazia?
 
{{Pt|piere|compiere}}, a meno che non isperda il mio tempo nel seguire la mia ombra al sole, e nello scrutare tutta la mia deformità. — Ora perchè rifiutate mi furono le grazie, e il dono di piacere alle belle, fermo ho di recitare la parte del malvagio, e l’odio mio consacro ai frivoli diletti di questo tempo. Ho ordite feroci trame, tesi lacci pericolosi, seminando assurde voci, e spargendo libelli e sogni atti a fu nascere fra mio fratello Clarenza e il re un odio mortale. Se il re Eduardo è leale e giusto, come io sono astuto, falso e traditore, questo giorno deve vedere Clarenza tolto dal mondo per una profezia che dice, che la lettera ''G'' sarà mortale agli eredi di questo monarca. — Pensieri, rientrate addentro nella mia anima! Viene Clarenza. (''entra Clarenza fra le guardie, e Brakenbury'') Fratello, buon giorno: a che accennano gli armati che seguono Vostra Grazia?
  +
:''Clar.'' Sua Maestà, tenero della mia salvezza, me li ha dati per condurmi alla Torre.
+
''Clar.'' Sua Maestà, tenero della mia salvezza, me li ha dati per condurmi alla Torre.
:''Gloc.'' Per qual ragione?
 
  +
:''Clar.'' Perchè il mio nome è Giorgio.
 
 
''Gloc.'' Per qual ragione?
:''Gloc.'' Oimèl signore, questa non è colpa vostra: ei dovrebbe di ciò lagnarsi col vostro padrino: ma forse Sua Maestà intende farvi ribattezzare alla Torre. Che fu, Clarenza? Posso io saperlo?
 
  +
:''Clar.'' Sì, Riccardo, quando io pure lo sappia; perchè giuro che fino ad ora lo ignoro; ma da quel che posso divinare ei porse orecchio a profezie e sogni; e tratta a caso una lettera dell’alfabeto, una ''G'', dichiara avergli detto un mago che per la lettera ''G'' la sua posterità sarebbe diseredata. E poiché il mio nome comincia per ''G'', ei ne inferisce che si alluda a me. Ecco gli argomenti che spinsero Sua Maestà a farmi imprigionare.
 
 
''Clar.'' Perchè il mio nome è Giorgio.
:''Gloc.'' Questo accade allorché gli uomini son retti dalle femmine. — Non è il re che vi manda alla Torre, ma lady Grey, sua sposa, che lo eccita, e lo spinge a tali estremità. Non fu essa e il venerabile lord Antonio Woodville suo fratello che gli fecero mandare in carcere lord Hastings, da cui soltanto oggi è stato ritolto? Noi non siamo sicuri, Clarenza, non siamo sicuri.
 
  +
:''Clar.'' Pel Cielo l io ben credo che alcuno non sia qui sicuro, tranne i parenti della regina, e i messi notturni che vanno e Tengono dal re alla sua amica Giovanna Shore. Non conoscete le vili preghiere che lord Hastings le ha fatte per ottenere la sua liberazione? E il lord Ciambellano indirizzando la sua umile prece a questa dea, ha ottenuto ciò che chiedeva.
 
 
''Gloc.'' Oimè! signore, questa non è colpa vostra: ei dovrebbe di ciò lagnarsi col vostro padrino: ma forse Sua Maestà intende farvi ribattezzare alla Torre. Che fu, Clarenza? Posso io saperlo?
:''Gloc.'' Vo' dirvi una cosa: è che io penso che, se vogliamo mantenerci nella buona grazia del re, il miglior mezzo è di farci
 
  +
 
''Clar.'' Sì, Riccardo, quando io pure lo sappia; perchè giuro che fino ad ora lo ignoro; ma da quel che posso divinare ei porse orecchio a profezie e sogni; e tratta a caso una lettera dell’alfabeto, una ''G'', dichiara avergli detto un mago che per la lettera ''G'' la sua posterità sarebbe diseredata. E poichè il mio nome comincia per ''G'', ei ne inferisce che si alluda a me. Ecco gli argomenti che spinsero Sua Maestà a farmi imprigionare.
  +
 
''Gloc.'' Questo accade allorchè gli uomini son retti dalle femmine. — Non è il re che vi manda alla Torre, ma lady Grey, sua sposa, che lo eccita, e lo spinge a tali estremità. Non fu essa e il venerabile lord Antonio Woodville suo fratello che gli fecero mandare in carcere lord Hastings, da cui soltanto oggi è stato ritolto? Noi non siamo sicuri, Clarenza, non siamo sicuri.
  +
 
''Clar.'' Pel Cielo! io ben credo che alcuno non sia qui sicuro, tranne i parenti della regina, e i messi notturni che vanno e vengono dal re alla sua amica Giovanna Shore. Non conoscete le vili preghiere che lord Hastings le ha fatte per ottenere la sua liberazione? E il lord Ciambellano indirizzando la sua umile prece a questa dea, ha ottenuto ciò che chiedeva.
  +
 
''Gloc.'' Vo' dirvi una cosa: è che io penso che, se vogliamo mantenerci nella buona grazia del re, il miglior mezzo è di farci
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
<references/>
 
15 603

contributi