Differenze tra le versioni di "Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo III.djvu/187"

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
<section begin="s1" />{{Pt|tore|assalitore}} il ferro, e quindi altamente fremendo attrappanne la persona, guardandosi pel momento dal gastigarlo in riverenza, a mio credere, dei personaggi ivi raccolti ma condottolo non guari dopo altrove d’ordine di Belisario lo mettono a morte. Questa é la sola azione del condottiero per verità non assolutamente onesta, degna d’un animo liberale; quando in cambio mai sempre ebberlo tutti esperimentato umanissimo : é forza adunque ripetere fosse battuta l’ora estrema di Constantino.<section end="s1" />
+
<section begin="s1" />{{Pt|tore|assalitore}} il ferro, e quindi altamente fremendo attrappanne la persona, guardandosi pel momento dal gastigarlo in riverenza, a mio credere, dei personaggi ivi raccolti ma condottolo non guari dopo altrove d’ordine di Belisario lo mettono a morte. Questa è la sola azione del condottiero per verità non assolutamente onesta, degna d’un animo liberale; quando in cambio mai sempre ebberlo tutti esperimentato umanissimo : è forza adunque ripetere fosse battuta l’ora estrema di Constantino.<section end="s1" />
 
----
 
----
 
<section begin="s2" />
 
<section begin="s2" />
3 463

contributi