Rime (Stampa)/Rime d'amore/LIII

Rime d'amore

LIII

../LII ../LIV IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - LII Rime d'amore - LIV

[p. 31 modifica]

LIII

S’ella non è stanca d’amare, perché vien meno la speranza?

     Se d’arder e d’amar io non mi stanco,
anzi crescermi ognor questo e quel sento,
e di questo e di quello io non mi pento,
come Amor sa, che mi sta sempre al fianco,
     onde avien che la speme ognor vien manco,
da me sparendo come nebbia al vento,
la speme, che ’l mio cor può far contento,
senza cui non si vive, e non vissi anco?
     Nel mezzo del mio cor spesso mi dice
un’incognita téma: — O miserella,
non fia ’l tuo stato gran tempo felice;
     ché fra non molto poria sparir quella
luce degli occhi tuoi vera beatrice,
ed ogni gioia tua sparir con ella.