Rime (Stampa)/Rime d'amore/CLXX

Rime d'amore

CLXX

../CLXIX ../CLXXI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CLXIX Rime d'amore - CLXXI

[p. 93 modifica]

CLXX

Tutto soffrirà, pur ch’egli non sia d’un’altra.

     Fammi pur certa, Amor, che non mi toglia
tempo, fortuna, invidia o crudeltade
la mia viva ed angelica beltade,
quella ch’appaga e queta ogni mia voglia;
     e dammi quanto sai tormento e doglia:
che tutto mi sarà gioia e pietade;
tonimi riposo, tonimi libertade,
e, se ti par, tonimi anco questa spoglia:
     che per certo io morrò lieta e contenta,
morendo sua, pur che non vegga io
ch’ella sia fatta d’altra donna, o senta.
     Questa sol téma turba il piacer mio,
questa fa ch’a’ miei danni non consenta,
e fa la speme ritrosa al desio.