Apri il menu principale

Rime (Cavalcanti)/Le Rime di Guido Cavalcanti/Le rime anteriori al 1290/Se vedi amore assai ti prego, Dante

Se vedi amore assai ti prego, Dante

../Vedeste, al mio parere, ogni valore ../Avete 'n vo' li fiori e la verdura IncludiIntestazione 8 maggio 2019 100% Da definire

Guido Cavalcanti - Rime (XIII secolo)
Se vedi amore assai ti prego, Dante
Le Rime di Guido Cavalcanti - Vedeste, al mio parere, ogni valore Le Rime di Guido Cavalcanti - Avete 'n vo' li fiori e la verdura
[p. 106 modifica]

a Dante.


Se vedi amore assai ti prego, Dante,
     in parte là ’ve Lapo sia presente,
     che non ti gravi di por sì la mente,
     4che mi rescrivi s’el’ il chiama amante

e se la donna li sembla avenante,
     che sì le mostra vinto fortemente;
     chè molte fiate così fatta gente
     8sol, per gravezza, d’amor far sembiante.

Tu sai che ne la corte là ’ve regna
     e’ non vi po’ servir om che sia vile
     11a donna, che là entro sia renduta.

Se la soffrenza lo servente aiuta
     può di leggier conoscer nostro stile,
     14lo quale porta di merzede insegna.

Anche questo sonetto è dato da Ca e seguaci e da Ms. Alcune forme più arcaiche («s’elli» per «se lo») qualche conservazione di iato fanno propendere per Ms. Le varianti del resto sono minime.