Apri il menu principale

Questa, mi disse Amore, è la catena

Francesco Domenico Clementi

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 7 settembre 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Domenico Clementi


[p. 117 modifica]

X


Questa, mi disse Amore, è la catena,
     Onde sarai miseramente avvinto,
     Finchè l’alma abbandoni il corpo estinto,
     Di te stesso, e d’altrui favola, e scena.
5Io tacqui allor, non perchè ardire, o lena
     Mancasse in me, benchè di ferri cinto;
     Ma come innanzi al vincitore il vinto,
     Cui più timor, che riverenza affrena.
Poscia mordendo l’aspre mie ritorte,
     10Se in libertà tornava un dì, giurai,
     Pria che ad Amor, correre in braccio a Morte.
Udì Filli i miei voti, e i duo bei rai
     Ver me rivolse; ahi cruda vista, ahi sorte!
     Il nodo allor, che mi stringea, baciai.