Questa, cui lunga invidia età fè guerra

Antonio Zampieri

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Questa, cui lunga invidia età fè guerra Intestazione 26 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Antonio Zampieri


[p. 418 modifica]

VII


Questa, cui lunga invida età fè guerra
     Con ferro, e fuoco, eccelsa mole augusta,
     Che, tolta all’ombre in cui giacea sotterra,
     Riede alla prima maestà vetusta;
5Opra è, Signor, dell’adorata in terra
     Vostra del par provvida mano e giusta,
     Che agli artigli di lui, che il Tutto atterra,
     L’antica invola alta rapina ingiusta.
Quindi aver spera, or che risorge a Roma,
     10Scudo più forte, a contrastar possente
     Col nemico furor, da cui fu doma.
Non valse il primo augusto nome al dente
     Torla d’obblìo: ma se da voi si noma,
     Più che Antonin l’eternerà Clemente.