Apri il menu principale

Quell'alta Donna, che nel cuor mi siede

Francesco Redi

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Quell’alta Donna, che nel cuor mi siede Intestazione 5 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Maria Redi


[p. 358 modifica]

XXIII


Quell’alta Donna, che nel cuor mi siede,
     E che de’miei pensier regge il governo,
     E’ così bella, che del Bello eterno
     Ella sola quaggiù può render fede.
5Nol puote immaginar chi non lo vede
     Qual sia degl’occhi lo splendore esterno;
     Ma vie più caro è quel candore interno,
     Che nell’alma purissima risiede.
Oh gran bontà dell’increato Amore,
     10Ch’un’anima sì bella a me scoprìo,
     Che a venerar mi chiama il suo Fattore!
Or se tanto s’appaga il desir mio
     Nel mirar lei, e m’è contento il cuore,
     Che sarà in Cielo in contemplare Iddio?