Apri il menu principale

Quando di vaghe donne eletta schiera

Giovan Battista Catena

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Quando di vaghe donne eletta schiera Intestazione 26 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Battista Catena


[p. 104 modifica]

IV


Quando di vaghe donne eletta schiera
     Veggio, e non quella, ch’io veder vorrei,
     Pietoso Amor degl’aspri affanni miei,
     Perchè senza il suo ben l’alma non pera,
Il Bel mi mostra, ond’è ciascuna altera,
     E qual pittor da questi volti, e quei
     Tragge il più Bello, e poi ritratto in lei
     Forma al desìo l’immagine sua vera.
Onde il Bel, che Natura in mille sparse,
     Accolto sol nella mia donna io miro,
     Che per miracol nuovo in terra apparse
Ma non basta a far pago il mio desiro
     Veder l’immago, ed ella altrove starse,
     Se pensoso m’arresto, e poi sospiro.