Apri il menu principale

Quando di due bei lumi il dolce strale

Francesco Passerini

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Quando di due bei lumi il dolce strale Intestazione 16 giugno 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Passerini


[p. 324 modifica]

II


Quando di due bei lumi il dolce strale
     M’aperse il seno, e via ne trasse il cuore,
     Vi pose in vece sua pietoso Amore
     Una speranza fuggitiva e frale.
5Ben dispiegò costei sovente l’ale
     Sdegnata, per uscir del petto fuore,
     E mi lasciava in sempiterno orrore,
     Come appunto colui, che morte assaie.
Quando scoccò dagli occhi suoi vivaci
     10Cintia uno sguardo placido, sereno,
     E accompagnollo Amor colle sue faci.
Allor fuggìa la speme, io venìa meno:
     Ma giunse il guardo, e l’ali sue fugaci
     Arse, e la speme ritornò nel seno.