Apri il menu principale

Quando Filli potrà senza Damone

Benedetto Varchi

Q Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Quando Filli potrà senza Damone Intestazione 2 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Benedetto Varchi


[p. 407 modifica]

II


Quando Filli potrà senza Damone
     Viver, ch’altro che lui non pensa e cura,
     Ad ogni altro pastore acerba e dura,
     Tornerà indietro al fonte suo Magnone.
5Così scritto leggendo in un troncone
     A piè dell’onorate antiche mura1,
     Di cui oggi il bel nome a pena dura,
     Cadde fuor di sè stesso Coridone.
Poscia pien di furor trasse nel fiume
     10Un baston, ch’egli avea, di rame cinto,
     E la zampogna sua troncò nel mezzo;
Ed all’armento, che d’intorno al rezzo
     Si giacea, cominciò: quell’empio lume....
     Ma non potèo seguir dall’ira vinto.

Note

  1. Fiesole già città, or picciol Borgo.