Apri il menu principale

Poichè di nuove forme il cuor m'ha impresso

Cornelio Bentivoglio d'Aragona

P Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 29 giugno 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Cornelio Bentivoglio


[p. 59 modifica]

IV


Poichè di nuove forme il cuor m’ha impresso,
     E fattol suo simil la mia Nicea
     Con uno sguardo, onde non sol potea
     Far bello un cor ma tutto’l mondo appresso,
5Da quel letargo, ove pur dianzi oppresso
     Dalle fallaci brame egro giacea,
     Si scuote sì, così s’avviva e bea,
     Che a chi conobbe più non par quel desso
Fortunato mio cor, più quel non sei:
     10E salendo per l’orme degli eroi,
     Stai per nuova virtù non lunge ai Dei
Gentilezza e valor son pregi tuoi:
     Nè già te lodo, anzi pur lodo lei,
     E solo in te l’opra degli occhi suoi.