Poesie (Campanella, 1938)/Poesie postume/V. Sonetti politici/2. A Roma

2. A Roma

../1. A Cesare d'Este che ritenea Ferrara contro il papa ../3. Roma a Germania IncludiIntestazione 26 luglio 2022 75% Da definire

Poesie postume - 1. A Cesare d'Este che ritenea Ferrara contro il papa Poesie postume - 3. Roma a Germania

[p. 250 modifica]

2

A Roma

Da le arme ai corpi e dagli corpi alle alme
sorse l’imperio tuo giá, Roma altiera,
quando tua spada veloce e severa
ti die’ mille trionfi e mille palme.
Lasciasti poscia le ferrigne salme
(onde ogniun ti stimò pazza e leggiera)
al mondo da te vinto; e la via vera
prendesti opposta, di cui tanto calme,
per vincerlo di nuovo, e dolcemente.
Deh! non pianger l’imperio, Italia mia,
che oggi l’hai vie piú certo e venerando;
e sola avrai assoluta monarchia
in austro, borea, levante e ponente,
seguendo Roma il suo fato ammirando.