Pagina:Novelle cinesi tolte dal Lung-Tu-Kung-Ngan.djvu/58


—( 40 )—

che scegliere un giorno propizio per la cerimonia delle nozze.»

Cin Cang-ce non credette dover più a lungo insistere nel suo rifiuto, e acconsentì al matrimonio di suo figlio Lung colla fanciulla dei Lieu. Il parente tornò a render conto della sua missione a Lieu-sceng; il quale, saputone il resultato, ne ebbe gran gioia; e chiamati dei sartori, fece subito fare per la famiglia Cin molti capi di vestiario tutti nuovi e belli: e scelto un giorno di buon augurio, si celebrarono con gran pompa le feste degli sponsali (6).

Quando Xao-sieu seppe che la figliuola di Lieu-sceng era stata promessa sposa al figlio di Cin Cang-ce, fu fortemente indignato contro il padre della fanciulla; e sfogando con parole l’interno dispetto, dicea tra sè: «Come! non fui io il primo che mandai alla casa tua, per trattare questo maritaggio? Non ti ricusasti, dicendo che la giovanetta non era per anco in età da marito? Ed ora la concedi alla famiglia dei Cin. Cercherò ben io di farti pentire amaramente dell’onta, che mi hai fatta con si indegua azione.»

Dopo aver pensato e ripensato tutto il giorno ad un acconcio modo di vendetta, vennegli in mente un’idea. «Mi sembra sovvenirmi, egli disse tra sè, che i Cin d’origine discendano da una famiglia di soldati, destinati alla guarnigione di Leao-tung (7). Essi abbandonarono il campo, e da molto tempo nessuno di loro ha più prestato servizio nell’esercito. Se così è, qualcuno della famiglia Cin dovrebbe ritornare ora sotto le armi, e toccherebbe appunto al giovane figlio di Cin Cang-ce a partire come soldato. Potessi aver notizie precise intorno a questa cosa, avrei trovato proprio il mezzo d’impedire che si effettuassero le nozze.» Così dicendo andò al prefetto della provincia, e gli espose come credeva doverlo prevenire che il figlio di Cin Cang-ce era un militare renitente, a cui incombeva l’obbligo d’essere sotto le armi e partire pel campo.

Il magistrato fece allora le dovute ricerche: esaminò i registri dell’archivio; percorse i nomi dei soldati della provincia; e non trovando prova di sorta per condannare il figlio di Cin