Pagina:Collodi - Le avventure di Pinocchio, Bemporad, 1892.djvu/228


INDICE




I. ||
Come andò che maestro Ciliegia, falegname, trovò un pezzo di legno, che piangeva e rideva come un bambino ||
 Pag. 5
II. ||
Maestro Ciliegia regala il pezzo di legno al suo amico Geppetto, il quale lo prende per fabbricarsi un burattino maraviglioso, che sappia ballare, tirar di scherma e fare i salti mortali ||
 9
III. ||
Geppetto, tornato a casa, comincia subito a fabbricarsi il burattino e gli mette il nome di Pinocchio. Prime monellerie del burattino ||
 14
IV. ||
La storia di Pinocchio col Grillo-parlante, dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere da chi ne sa più di loro ||
 20
V. ||
Pinocchio ha fame e cerca un uovo per farsi una frittata; ma sul più bello, la frittata gli vola via dalla finestra ||
 24
VI. ||
Pinocchio si addormenta coi piedi sul caldano e la mattina dopo si sveglia coi piedi tutti bruciati ||
 28
VII. ||
Geppetto torna a casa, e dà al burattino la colazione che il pover’uomo aveva portata per sè ||
 31
VIII. ||
Geppetto rifà i piedi a Pinocchio e vende la propria casacca per comprargli l'Abbecedario ||
 36
IX. ||
Pinocchio vende l’Abbecedario per andare a vedere il teatrino dei burattini ||
 40
X. ||
I burattini riconoscono il loro fratello Pinocchio e gli fanno una grandissima festa; ma sul più bello, esce fuori il burattinaio Mangiafoco, e Pinocchio corre il pericolo di fare una brutta fine ||
 44