Apri il menu principale

Pagina:Breve ragguaglio della Biblioteca Marucelliana di Firenze.djvu/11


— 10 —


7.° Quaestio florulenta ac perutilis de duobus elementis aquae et terrae tractans, nuper reperta, quae olim Mantuae auspicata, Veronae vero disputata et decisa ac manu propria scripta a Dante fiorentino poeta clarissimo. Impressum fuit Venetiis per Manfredum de Monteferrato etc., anno Domini 1508, in forma di 4.°, di pagine stampate 23 non numerate. Edizione rarissima. Questo esemplare della Marucelliana, ricordato dal Pelli nelle Memorie per la vita di Dante, è dichiarato smarrito da Alessandro Torri a pag. 19 della prefazione alle Epistole di Dante Alighieri, Livorno 1842, in 8.°

8.° Marchi (Francesco de) Dell'Architettura militare, libri tre, nelli quali si descrivono li veri modi del fortificare che si usa a’ tempi moderni. In Brescia appresso Comino Presegni 1599, in f.° fig. Le tavole sono stampate insieme col testo. Questo esemplare era posseduto da Giovanni Filippo Vescovo di Bamberga, del quale avvi in principio la firma autografa e l'arme.

9.° Messale Monasticum secundum consuetudinem Ordinis Vallisumbrose. Impressum Venetiis per nobilem et egregium virum dominum Lucam Antonium de Junta 1503, in f.° Esemplare in carta pecora con lettere stampate in rosso e nero, e con varie e belle miniature.

Dei manoscritti ne ha 3000, pochi dei quali sono antichi: tra gli antichi per altro sono da notarsi il Lezionario del secolo XI, il Villani ed il Catilinario. Tuttavia sono assai da pregiarsi per la parte storica; e preziosi tra essi sono gli studj dei due fratelli Salvini, di Gio. Batta. Doni e di Anton Francesco Gori, non che tutta la corrispondenza ordinata alfabeticamente e cronologicamente