Pagina:Abrabanel, Juda ben Isaac – Dialoghi d'amore, 1929 – BEIC 1855777.djvu/460

454 indice e sommario analitico
teoria aristotelica che il mondo sia prodotto ab eterno (237-239). Argomenti platonici e mosaici contro Aristotile (239 240). Dottrina platonica della materia eterna come caos informe prodotto e formato da Dio (240-242). Dottrina aristotelica della materia (243). Materialitá e dissolubilitá dei cieli, secondo Platone (244-245). La teoria dell’anno cosmico e della periodica dissoluzione del mondo, secondo la teología ebraica e l’astrologia; suo fondamento nella tradizione cabalistica (245-248). Interpretazione cabalistico-platonica della cosmogonia mosaica (249-251). Critica degli argomenti aristotelici dal punto di vista platonico (251-252).
β) Qual fu il primo amore ||

Il primo amore fu l’amore intrinseco di Dio a sé stesso. Difficoltá di questa tesi (253). Unitá e trinitá di amore in Dio (253-255). Come si conciliino unitá e trinitá dell’amore nella conoscenza, nell’essere e nella creazione (255-257). Unitá e trinitá dell’amore cosmico (257-258). L’amore nella produzione del mondo (258-259).

D||
Terza questione: dove nacque l’amore ||
α) L’amore (del mondo creato) nacque nel mondo angelico ||

Posizione della tesi, e sue difficoltá (259-260). Come il mondo angelico, che ha meno mancamento di bellezza, possa avere piú perfetto amore, perché ha cognizione piú perfetta del bello (260-261). Il conoscimento della bellezza è superiore al suo mancamento nel causare l’amore (261-262). Distinzione tra conoscere in atto e conoscere in potenza, il qual ultimo è, al pari del primo, maggiore nel mondo angelico (262-263). Graduazione parallela di amore e conoscenza nei vari gradi della realtá (264-265). Ragioni di ugual privazione della bellezza nel mondo angelico e nel mondo corporeo (265-266): l’infinitá della bellezza divina determina ugual mancamento in tutte le creature (266-268). Bellezza finita delle creature, in diversi gradi; e come tuttavia esse siano immagine di Dio (268-270). Come il mancamento della bellezza nel mondo angelico sia superiore al mancamento della bellezza nel mondo terreno (270-271). Distinzione del mancamento produttivo dalla privazione assoluta (271-273).

β) Amore, bellezza e conoscenza ||
Tre dubbi di Sofia, sui rapporti tra amore e conoscenza (273). Soluzione del primo dubbio, come anche nel mondo inferiore si conosca la somma bellezza, per mancamento produttivo. I cinque gradi dell’intelletto rispetto alla bellezza divina (273-275). Casi di unione