Apri il menu principale

Ovunque il passo volgo, o il guardo io giro

Faustina Maratti

1833 O Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 5 novembre 2016 75% Canzoni

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 42 modifica]

XXXI


Ovunque il passo volgo, o il guardo io giro,
     Parmi pur sempre riveder l’amato
     Dlce mio figlio, non col guardo usato,
     Ma con quel, per cui sol piango e sospiro.
5E tuttavia mi sembra assisa in giro
     Del picciol letticciuolo al destro lato,
     Udir le voci, e scorger l’affannato
     Fianco ond’a forza egli traea respiro.
Poc’aspro è forse il duol che diemmi morte,
     10Togliendo al caro figlio i bei prim’anni
     Chè vieni, o rimembranza, e ’l fai più forte?
Ma tutti almen non rinnovarmi i danni:
     Ti basti rammentar l’ore sue corte,
     E ad uno ad un non mi contar gli affanni.