Odi (Anacreonte)/Ode XLVIII

Ode XLVIII

../Ode XLVII ../Ode XLIX IncludiIntestazione 31 agosto 2011 100% Poesie

Anacreonte - Odi (Antichità)
Traduzione dal greco di Francesco Saverio de' Rogati (1824)
Ode XLVIII
Ode XLVII Ode XLIX

[p. 81 modifica]

SOPRA UN CONVITO.


ODE XLVIII.


Recatemi d’Omero
     L’esperta cetra aurata,
     Ma non di corde armata,
     4Che desti alle armi ognor.
Le leggi del convito
     Voglio osservar nel bere:
     Recatemi il bicchiere
    8Prescritto al bevitor.
 
Ebro così vogl’io,
     Al ballo il piè movendo,
     Mostrar che in sen m’accendo
     12D’un placido furor.
E voglio in nuovi modi
     Su quella cetra intanto,
     Unendo al ballo il canto,
     16Mostrare il mio valor.