Apri il menu principale

O Mopso, Mopso, quella tua sì ardita

Enea Antonio Bonini

O Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 9 luglio 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Enea Antonio Bonini


[p. 70 modifica]

VI


O Mopso, Mopso, quella tua sì ardita
     Giovenca, per dir vero, a me non piace;
     Quel gir fra tori sì lasciva, e audace
     O mal frutto, o mal fine in lei n’addita.
5Vè là, com’or que’ tori al salto invita
     Inarcando la coda, e come face
     L’arena alzar del suol con piè vivace,
     Bassando il corno inver l’erba fiorita.
Io so, pastor, che del tuo ricco armento
     10Perdendo ancor costei, non t’è gran danno;
     chè più belle di lei n’hai cento e cento;
Ma se fra lor que’ tori un giorno fanno
     Sanguinosa battaglia, ah che pavento
     Vederti pien di scorno, e d’alto affanno!