Non so rasion, ma dico per pensero

Bonagiunta Orbicciani

Guido Zaccagnini/Amos Parducci 1915 Indice:Rimatori siculo-toscani del Dugento.djvu Duecento Non so rasion, ma dico per pensero Intestazione 17 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Tenzone fra Gonnella Antelminelli, Bonagiunta e Bonodico


[p. 92 modifica]

III

Risposta di Bonodico a Gonnella
Il ferro corrode il ferro per artifizio.


Non so rasion, ma dico per penserò:
però lo ferro per ferro si strima
che sua vertute per artificero
per più dureza di quel ch’è dirima.
Tolle, perde, muta e sta primero,
la sua manera per atto si sprima.
Latino, come sento, respondèro:
ben sa chi omne, ch’è accidente, stima.
In cui è la sentenza mi raffido
che sia prova d’ogna provamento:
lo ver sempre verace non si malia.
Per arte molte campane saucido,
d’altrui no m’asicuro né spavento:
per allumar lo parpaglion si calla

.