Apri il menu principale

Morte non più: dall'arco tuo fatale

Giovan Battista Catena

M Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Morte non più: dall'arco tuo fatale Intestazione 26 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Battista Catena


[p. 103 modifica]

II1


Morte non più: dall’arco tuo fatale
     Restò colpito un volto il più perfetto.
     Non feristi giammai più nobil petto,
     Or che dal Mondo hai tolta Alma reale.
5Morta è colei, che non parea mortale,
     Poichè da’ lumi angelico intelletto
     Traspariva così, che umano affetto
     Non era premio a sue virtudi eguale.
Come presto la miro infra le stelle,
     10Or che il gran varco a sua bell’Alma aperse
     Colpo inuman, ch’ogni gran pianta svelle
Degl’occhi il pianto in sangue si converse,
     Così fiero è il mio duolo, Anime belle,
     Il Cielorevide colpo, e lo sofferse?

Note

  1. In morte della Duchessa di Bracciano.