Apri il menu principale

Mira là quella fredda scolorita

Niccolò Casoni

M Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Mira là quella fredda scolorita Intestazione 25 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 102 modifica]


NICCOLÒ CASONI.1



Mira là quella fredda scolorita
     Spoglia, o tu, che ten vai coll’arco d’oro;
     E vanta poi, ch’alma non v’è sì ardita,
     Che schivar possa il dolce tuo martoro.
5Morta è colei, che già coll’infinita
     Sua belà ti porgea, forza, e decoro,
     E seco tragge nella sua partita
     Il più nobile, e ricco suo tesoro.
In lei, com’in suo albergo ognor fiorìa
     10Spirto real, vaghezza, ed onestate;
     Alto saper, amabil cortesìa,
E pur giacque costei preda all’irate
     Voglie di morte invidiosa, e ria!
     Voi piangetela meco, Alme ben nate.

  1. In morte della Duchessa di Bracciano.