Apri il menu principale

Mentre omai stanco in sul confine io siedo

Carlo Maria Maggi

M Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Mentre omai stanco in sul confine io siedo Intestazione 8 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Carlo Maria Maggi


[p. 249 modifica]

VI


Mentre omai stanco in sul confine io siedo
     Della dolente mia vita fugace;
     Ogni umano pensier s’acqueta e tace,

[p. 250 modifica]

     Se non quando dal cor prende congedo.
5Il sol pensier d’Eurilla ancor non cedo
     Al Mondo, che per altro a me non piace;
     Anzi meco si sta con tanta pace,
     Che pensiero del Mondo io più nol credo.
Amo lei come bella al suo Fattore;
     10Nè sentendo per lei speme, o temenza,
     Nell’amor mio non cape altro che amore.
E amo così, che non sarò mai senza
     Il puro affetto; e vi s’adagia il core
     Con l’alma securtà dell’Innocenza.