Memorie storiche civili, ed ecclesiastiche della città, e diocesi di Larino/Indice delle cose più notabili, che si contengono in queste Memorie/B

../A

../C IncludiIntestazione 9 aprile 2009 75% Storia

Indice delle cose più notabili, che si contengono in queste Memorie - A Indice delle cose più notabili, che si contengono in queste Memorie - C
[p. xxvii modifica]

B.



BAglivo, e suo ufficio a tempo de’ Normanni. 483.40.
Bagni pubblici appellati Terme. v. Terme.

S. Barbato, luogo abitato nel tenimento di Casacalenda, sua situazione, e distruzione 556.33. meglio 558.II. §.In.

S. Barbato fa abbracciare la Religione Cristiana a Romualdo Duca di Benevento, e suoi Longobardi. 558.II. eletto Vescovo di Benevento gli viene dato il governo di quello di Larino, e di altri Vescovadi, interviene al Concilio vi. Generale di Costantinopoli. muore, e se ne celebra il suo Officio ivi.

Bari residenza, del Straticò. 117.6. Ursileo primo Straticò resta vinto, e ucciso. ivi. Nuovo magistrato con nome di Catapano, sua piena autorità. 121.18. sua derivazione. 122.19. v. Capitanata. Costantino Monomaco lo erige in Principato, e lo dà ad Argiro, figlio di Melo. 128.12. passa da Greci a Normanni. 131.3

Bartolomeo di Capua gran Protonotario del Regno. Si esamina il tempo della sua morte, e si supplisce il Summonte. 307.18.

S.Bartolomeo Apostolo si trasporta il suo corpo da Lipari in Benevento, quando, e con che occasione 560.9.

Basilio II. e Costantino VIII. Imperadori Greci disfanno Ottone II. si stabiliscono in Puglia, e in Calabria. 121.18. pretendono sovranità sopra Salerno, e Benevento. ivi. istituiscono un nuovo Magistrato con titolo di Catapano, e vogliono, che in questo tempo si fabricasse la Città dì Troja, Dragonara, Fiorenzuola, e Civitate. ivi.

Basilio Imperadore de’ Greci prende difesa da’ Beneventani contro Ludovico Imperadore Re d’Italia. 113.16.

Belisario viene in Italia contro i Goti. 92.11. suoi progressi, saccheggia Napoli, prende Roma, conduce Vitige Re d’Italia in trionfo in Constantinopoli. ivi. e segg. viene sospeso dal suo impiego, e se gli sostituisce Giovanni, e Vitale. 93. 13. v. Goti.

Belisario Balduino Vescovo di Larino. 588. iva. Chiaro nel Sagro Concilio di Trento, suoi Sinodi. 589. §. Fu. Apre il Seminario, fonda un Monastero di Monache. §. Questo. Soffre gran persecuzioni. 5. Con. Governa la sua Chiesa 35. anni. 590. §. Il dotto.

F. Beltrando, non si sà di qual Ordine ; dal Vescovado Ampuriense trasferito a questo di Larino. 571.xxxix. Si compongono le controversie col suo Capitolo. §. Alcune.

Benedetto VIII. unse in Imperadore S. Errico. 123.1. Questo conferma alla Sede Apostolica le donazioni de1 suoi Predecessori. v. Roma. v. Errico I. Si prevale de’ Normanni contro i Greci. 125.6.

Benedetto XIV. felicemente regnante istituisce molte Accademie. v. Accademia. Fa molte grazie alla Chiesa di Larino, e sua Diocesi. pag. xv.

S. Benedetto luogo distrutto nel tenimento di Casacalenda. 555.30

S. Benedetto luogo distrutto nel tenimento di Morrone. 544.52. [p. xxviii modifica]

Benevento già detto Ausonia. 147.5. tolto a’ Greci da Autari terzo Re d’Italia. 97.6. vi destina con titolo di Duca. Zotone. 7. cui succede Arechi. 98.10. Tra questi tempi questo Ducato molto si distende. 97.7. ad Arechi quale regna, per molti anni, succede Ajone terzo Duca. 98.10.
S’introducono i Schiavoni dalla Sarmazia con gran danni della Puglia.
ivi e seg. Se li fa all’incontro Ajone, e resta ammazzato, e Rodoaldo Successore li sconfigge. 98.11. v. Schiavoni. Questo assume in Collega Grimoaldo, suo Fratello, e cominciano a sentirsi in queste Provincie la prima volta le leggi de’ Longobardi. ivi. muore Rodoaldo, e resta Grimoaldo, quale fu il quinto Duca. 99.12. Si fa Re d’Italia, e lascia il Ducato a Romualdo, suo figliuolo. v. Grimoaldo.

All’improvviso restano funestate queste felicità. 99.14. Costante mette a sangue, e fuoco questo Principato, e assedia Benevento. ivi. lo scioglie colla venuta di Grimoaldo Re d’Italia, Padre di Romualdo. ivi.

S’introducono i Bulgari in questo Ducato, e Alczeco viene creato Castaldo di alcuni luoghi. 100.16. Romualdo conquista Bari, Brindisi, e Taranto, e loro Regioni.101.18. Muore, egli succede Grimoaldo II. suo figliuolo. ivi. Fra poco molti furono i Duchi. finalmente succede Arechi, Genero di Luitprando Re d’Italia. ivi.

Acquistano frattanto il Regno d’Italia i Francesi, e Arechi confidando nelle sue forze, pensa scuotersene. 105.10. Assume il titolo di Principe, si fa ungere, e si corona. 106. 10. Crea trentasei Conti, tra questi quello di Larino. 12. Carlo Re di Francia Padre dell’altro Pipino Re d’Italia piomba sopra il Principato di Benevento. 13. Arechi se gli rende tributario, e gli dà in ostaggio Grimoaldo, e Adelgisa suoi figliuoli, v. Carlo, poi detto Carlo Magno. Ciò non ostante Arechi ricorre a Costantino, Imperadere di Costantinopoli, ma niente viene a fine per la sua morte. 107.15. Sue virtù. ivi. e Capitolarj. v. Capitolari d’Arechi.

A prieghi de’ Beneventani Carlo Re di Francia rimanda Grimoaldo, figlio d’Arechi con molti patti. 108.I. Questo nuovo Principe pian piano si disobbliga da’ patti. 109.2. Muore pieno di gloria senza successione, e gli successe Grimoaldo, suo Tesoriere 5. e Grimoaldo si fa tributario di Carlo, e rende a se tributarj i Napolitani. ivi. Molti suoi infelici avvenimenti, e finalmente rest a morto ivi. Sicone suo siccessore si pacifica con Francesi. 110.7. Si associa Sicardo suo figliuolo. ivi. Ebbe aspre guerre co’ Napolitani e gli obbliga al tributo. ivi. muore. 111.9. Sicardo fa un Capitolare tra esso, e Andrea. Duca di Napoli. ivi. S’inoltra contro i Saraceni, li discaccia. 10. collo stesso esercito assedia Amalfi, devasta i confini del Ducato di Napoli, e trucidato muore, e gli succede Radalchisio, suo Tesoriere. ivi.

Non contenti alcuni Beneventani di questa elezione si uniscono con alcuni Capuani, e Landulfo Castellano di Capua fattosi Capo coll’ajuto de’ Salernitani, e Napolitani assedia Benevento 11. Ricorre Radalchisio a’ Saraceni in Sicilia, e questi sbarcati in Taranto fanno gran stragi, e specialmente in Puglia, e ne’ Larinati. ivi. Ludovico II. Re d’Italia discaccia i Saraceni da Benevento, e li confina in [p. xxix modifica]Bari. 112.12. Ludovico divide questo Principato di Benevento: a Radalchisio fa ritenere Benevento, e a Siconolfo conferma quello di Salerno, giurandoli fedeltà, e ne fu fatto Capitolare. ivi. Muore Radalchisio, e gli succede Radelgario. 13. a questo Adelgiso. ivi. Frattanto i Napolitani si rendono difficili a pagare il tributo a’ Beneventani, e i suoi Conti, e Castaldi cominciano a governarsi da se sotto un Capo 14. Adelgiso ricorre per ajuto contro i Saraceni a Ludovico Imperadore Re d’Italia. ivi. E l’Imperadore gli espugna in Bari, carcera Sedoam loro Re, e restituisce questa Città a Benevento. 113. 15. I Beneventani ingratamente carcerano Ludovico per i mali trattamenti dei Francesi, e ad intercessione di Giovanni VIII. Adelgiso, ritorna in grazia dell’Imperadore. 16. Ucciso Adelgiso da’ suoi Nipoti gli succede Gaideri, suo Nipote, e a questo, che ne fu deposto, Radelchi, figlio di Adelgiso. 114.19. Cacciatone Radelchi per le guerre tra Amalfitani, Napolitani, Salernitani, e Capuani, vi surrogano Ajone, suo Fratello, cui poi succede Orso. 20.

Leone Imperadore d’Oriente per i disgusti con Ajone, suo Padre discaccia Orso da Benevento, e dopo 300. anni che era stato in mano de’ Longobardi l’unisce al suo dominio. ivi. Ricorrono i Beneventani al Principe di Salerno, e con industria gli riesce restituire Radelchi nel Principato. 115.2. è fatto prigione, come inetto, Atenulfo Conte di Capua unisce a sè questo Principato, e associa Landulfo, suo figliuolo. ivi. Non si quietano i Saraceni, e Atenulfo unito con gli unito con gli Amalfitani, e Napoletani ricorre a Leone in Oriente. 116. 4. Muore Atenulfo, e gli succede Landulfo, con Atenulfo, suoi figliuoli. ivi. Gìo. X. o XI. come altri dicono, rispinge contro i Saraceni Alberico Marchese di Toscana, suo Fratello, e i Saraceni dopo aver dato un sacco generale fino a Benevento, si ricoverano nel Monte Gargano. 117.8. i Pugliesi, e Calabresi per le insolenze de’ Greci si danno a Landulfo Princìpe di Benevento, e Conte di Capua, e non contenti di Landulfo ricorrono a’ Saraceni. 6. e li Greci tosto li riducono alla loro ubbidienza, l’Imperadore stabilisce in Bari Ursileo Straticò. ivi. Landulfo vince il Straticò, e l’ammazza, invade la Puglia, e con diversa fortuna se la ritiene per sette anni. ivi. Gli succede Atenulfo suo Fratello, e questo, morto Atenulfo II. associa Atenulfo III. e Landulfo II. suoi figliuoli. 7. E dopo altri avvenimenti resta Principe di Benevento, e di Capua Landulfo II. e associa due suoi figliuoli Pandulfo Capo di ferro, e Landulfo III. i quali dopo la morte di Landulfo II. si dividono il Principato, Pandulfo Capo di ferro si fa Principe di Capua, e di Benevento Landulfo III. ivi.

Ottone I si conduce in Italia per riordinare la pace, i nostri Longobardi lo riconoscono per Re d’Italia. 118.8. Ottone detestando la Fede Greca, invade la Calabria. 10. e Pandulfo Capo di ferro, che lo seguiva, saputa, la morte di Landulfo Principe di Benevento, ad esclusione di Pandulfo suo Nipote, inalza Landulfo IV. suo figlio in Princìpe. ivi. Cogli ajuti di Ottone invade la Puglia, e dopo varia fortuna resta vinto, e condotto in Costantinopoli prigioniere. ivi. Viene [p. xxx modifica]rimandato da Gio: Zinisce Imperadore. 119.11. Dopo varie fortune si fa anche Principe di Salerno. 120.13. Muore, e assegna il Principato di Benevento a Landulfo IV. suo figlio, quello di Salerno a Pandulfo. ivi. Fu egli il più ricco, e potente Principe della Provincia ne’ suoi tempi. 15. Intanto Pandulfo II. che era stato discacciato da Pandulfo Capo di ferro, suo Zio, discaccia da Benevento Landulfo IV. 121.16. associa Landulfo V. e Pandulfo III. figlio di Landulfo suo nipote, muore. 123.22. e Landulfo V. rimane nel Principato con Pandulfo III. fino all’anno 1033. quando morì, e Pandulfo III. nel 1038. Associa un suo figliuolo chiamato Landulfo VI. ivi. Resi insoffribili i Greci, Melo valoroso Capitano Longobardo, che dimorava in Bari, fattosi Capo con Dato, suo cognato, si solleva, e i Principi di Capua, di Benevento, e di Salerno inviano i Normanni in suo ajuto. 125.5. restano vinti, e ricorrono a S. Errico Imperatore. 6. Gran disordini tra Greci, e Longobardi, tra Longobardi, e Saraceni. 127.10. I Normanni fanno acquisti. 11. e fegg. Errico si conduce in Italia, va in Benevento, e Pandulfo III. gli chiude le porte. 128.13. Sdegnato Errico priva Landulfo del Principato, e Clemente II. interdice la Città, e scommunica Pandulfo. ivi. S. Leone IX. succeduto a Clemente II. passa in Benevento, e assolve i Beneventani, e con tale occasione si fa il cambio di Benevento con i dritti, che aveva la Sede Apostolica in Bamberga. 129.15.

Benevento riceve la Fede di Gesù Cristo fin da’ suoi primi tempi. 172.2. E S. Fotino fu il primo Vescovo. 176.13. fu unito a questo Vescovado quello di Larino, e di altre Chiese. 173.6. L’anno 969. si erigge in Arcivescovado. 561.XX.

Berengario Duca del Frioli si corona Re d’Italia. 116. 3. dopo 60. anni di sua insolenza gli succede Ottone I. v. Ottone.

Bernardo Figlio naturale di Pipino, viene creato Re d’Italia da Carlo Magno Padre di Pipino. 110.6. gli succede Ludovico il Pio. 7.

Biferno Fiume, e non Tiferno. 6.2. meglio. 11.7. diverso da Frontone. 12.8. distante da Larino. 29.22.

Bizzanzio sorte di moneta. 467.11.

Boemondo, figlio di Roberto Guiscardo primo Duca di Puglia resta erede degli acquisti in Oriente. v. Roberto Guiscardo. Coll’ajuto di Urbano II. ottiene da Ruggiero Duca di Puglia suo Fratello il Principato di Bari.135.13. v. Ruggiero. Ammalatosi Ruggiero, col pretesto di mantenere i suoi Nipoti nel dominio del Padre, prende le armi, e riavutosi l’infermo, si rappacifica. 14. si unisce con Tancredi per la conquista di Terra Santa. 135.15. e in virtù della lega della Crociata Gerusalemme resta presa. ivi. Muore, e gli succede Boemondo, suo figliuolo. 16. e segg.

Bolla di Leone III. di conferma di alcune ragioni particolari del Vescovado di Larino, e de’ suoi Feudi, e beni temporali. 190.3.

Bolla d’Innocenzo IV. simile alla preaccennata. 196.14.

Bolla, o sia Breve di Gregorio XIII. con cui si stabilisce l’Altare della SS.ma Nunziata privilegiato ogni dì in perpetuo. 203.20.

Bolla dell’Autore di queste Memorie per la Riforma del Capitolo Larinate. 219.16. [p. xxxi modifica]

Bolla fatta dal medesimo per l’istituzione della Penitenziaria nella Cattedrale di Larino. 225.7.

Bolla dell’erezione della Teologale in detta Cattedrale, fatta dal medesimo. 228. 8.

Bolla di Alessandro V. in conferma di un Istrumento di convenzione tra Sabino Vescovo di Larino, e i Cavalieri Gerosolimitani della Commenda di S. Primiano di Larino. 264.22.

Bolla dell’erezione della Collegiata di S. Martino, fatta dall’autore di queste Memorie. 330.10.

Bolla dell’erezione della Chiesa di S. Agata in Vicaria perpetua fatta dal medesimo. 396.15.

Bolla dell’erezione della nuova Parrocchiale in Chieuti, fatta dal medesimo. 405.6.

Bolla di concessione delle Chiese di S. Bartolomeo, e di S. Vito di Maglianello, a favore del Monastero de’ Cisterciensi di Casamare. 455.26.

Bolla di fondazione del Convento de’ Minori Osservanti di Colletorto. 498.20.

Bolla di provista della Prepositura di S. Maria di Casalpiano, e di S.Eustachio di Ficarola. 541.31.

Bolla di Clemente VI. che riguarda l’elezione di F. Andrea di Valle Regia in Vescovo di Larino. 571. §. Dilecto.

Bonefro, e suoi diversi nomi. 507.1. posto nel Contado di Pantasia. ivi. si ributta la fama circa la sua origine. 508.2. sua particolare situazione, fabbriche civili, abitatori, e numero di fuochi. 3. suoi Possessori. 4. governo civile. 5. titolo della Chiesa Matrice ristaurata ultimamente. 6. suoi Altari. 509.7. altri distrutti. 8. Reliquie de’ Santi. 9. suo Arciprete, e Clero. 10. Chiesa di S. Niccolò, e sua ristaurazione con diversi altari. 11. Spedale. 510.12. Convento de’ Minori Conventuali, v. Convento. Chiese distrutte. 511.16. e segg. Giorni festivi particolari. 19.

Bonifacio Vescovo di Larino, successore di Antonio, e non di Giovanni, come vuole Ughellio'. 576. xlix. sue memorie intorno al Corpo di S. Pardo. ivi.

Bruzj Popoli, i quali prima di Adriano componevano una Regione particolare. I. si governavano da se. 30.2.

Buca Città Frentana, dove situata. 12.11. altri vogliono tra il Vasto, e Lanciano. 13.12. altri tra il Sangro, e il Biferno. 14. altri vicino Termoli. 15. altri vicino Teano Apulo. 15.

Bulgari, loro origine, 100.16. Vengono situati con Alczeco loro Duca nel Ducato di Benevento. v. Contado di Molise.