Marionette

Giovanni Prati

Olindo Malagodi 1876 Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti Marionette Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Silenzio (Prati) Monello
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XIII. Da 'Psiche'
[p. 212 modifica]

LXXIV

MARIONETTE

Al fantolino, piú che pèsca o mela,
piace il casotto degl’incanti, dove
un picciol mondo di figure nòve
al suo cupido e fermo occhio si svela;
né sa che dietro la dipinta tela
per fili arcani un giocolier le move,
e crede vero il finto, e in quelle prove,
in quegli atti, in que’ volti avvampa e gela.
Grandeggia quindi il fanlolin con l’ora;
e nel mondo degli uomini s’aggira,
e crede vero ciò eli’è finto ancora.
Uom poi diventa, e si travaglia e stanca
pur dietro a sogni; e il di che l’ombra ei mira
del Ver, spia sul quadrante, e il tempo manca.