Apri il menu principale

Madre, io ritorno al dolce seno, al caro

Niccolò Maria Di Fusco

M Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Madre, io ritorno al dolce seno, al caro Intestazione 4 marzo 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Niccolò Maria Di Fusco


[p. 191 modifica]

I


Madre, io ritorno al dolce seno, al caro
     Piacer di rivederti anzi, ch’io mora;
     Sostiemmi Madre che vicina e l’ora,
     E ’l fin, che sembra altrui cotant’amaro.
5Strale fatal, ma però dolce e chiaro,
     E tal, ch’io non saprei dolermi ancora,
     Il cor ferimmi, e questo che vien fuora
     Per gl’occhi, è il sangue più pregiato, e raro.
Madre, io ti lascio; e in questo bacio estremo
     10Tutta la fede sua, tutto l’amore
     L’infelice tuo Figlio egro ti dona.
Ah! perchè piangi? Noi ci rivedremo
     Presto lassuso; affrena il tuo dolore,
     E a lei, che mi ferì, Madre, perdona.