Apri il menu principale

Le operazioni del compasso geometrico e militare/Operazione XXVI

Operazione XXVI

../Operazione XXV ../Operazione XXVII IncludiIntestazione 16 maggio 2008 75% Matematica

Operazione XXV Operazione XXVII
DELLE LINEE POLIGRAFICHE,
E COME CON ESSE POSSIAMO DESCRIVERE I POLIGONI REGOLARI,
CIOÈ LE FIGURE DI MOLTI LATI ED ANGOLI EGUALI.

Volgendo lo Strumento dall’altra parte, ci si rappresentano le linee più interiori, nominate Poligrafiche dal loro uso principale, che è di descrivere sopra una linea proposta figure di quanti lati ed angoli eguali ci verrà ordinato. E questo facilmente conseguiremo pigliando con un compasso la lunghezza della linea data, la quale si adatterà alli punti segnati 6.6; dipoi, senza muover lo Strumento, piglieremo l’intervallo tra i punti notati col numero che numera i lati della figura che descrivere vogliamo: come, v. g., per descrivere una figura di 7 lati, prenderemo l’intervallo tra li punti 7.7, il quale sarà il semidiametro del cerchio che comprenderà l’eptagono da descriversi; sì che, posta un’asta del compasso ora sopra l’uno ed ora sopra l’altro termine della linea data, faremo sopra di essa un poco d’intersecazione con l’altra, e quivi fatto centro, descriveremo con l’istessa apertura un cerchio occulto, il quale, passando per i termini della data linea, la riceverà 7 volte a punto nella sua circonferenza; onde l’eptagono ne venga descritto.