Apri il menu principale

La vaga onesta Vedovella, e forte

Giovanni Battista Ciapetti

L Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura La vaga onesta Vedovella, e forte Intestazione 26 agosto 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Battista Ciapetti


[p. 112 modifica]

XII


La vaga onesta Vedovella, e forte,
     Che il Duca Assiro non coll’elmo, e l’asta,
     Ma col bel viso, e le parole accorte
     Vinse, e restar potèo libera e casta;
Allor che sola l’ebbe tratto a morte,
     Che il vino, il sonno, e amor non gliel contrasta,
     Di Betulia omai lieta in sù le porte
     La testa affisse inonorata e guasta
Poscia parlò: là nella tenda giace,

[p. 113 modifica]

     10Orribil vista! il tronco infame, e tanto
    Puote femmina vil quando al Ciel piace,
Diceva, e sorse il chiaro giorno intanto:
     E suonar s’udìo quinci inno di pace,
     E un fremer quindi tra la rabbia, e il pianto.