Apri il menu principale

La navigazione di San Brandano/XXIX

Capitolo XXIX

../XXVIII ../XXX IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Diari di viaggio

Anonimo - La navigazione di San Brandano (X secolo)
Traduzione dal latino di Anonimo (XV secolo)
Capitolo XXIX
XXVIII XXX
COME E’ FRATI TROVORONO UN
PONTE MARAVIGLIOSO SOPRA ’L QUALE FIUME,
E UNO ARCO DI SOPRA ’L PONTE


D[i] sopra questo fiume à un ponte largo quattro travi: l’una era di cristallo, l’altra era di granata, [...] l’altra era di topazio, e sopra qu[este] era travicelli grossi bene una spanna e di venticinque manier[e e pi]etre preziose. E a ogni capo del ponte si era due [co]lonne molte lunghe e grosse di quattro colori: [...] di calcidonio, l’altra era di smeraldo, l’altra di chiarissimo zagozzo giallo, e sopra le due colonne si era una trave di granata bellissima, e sopra l’altre si era una di chiarissima corniola. E infra questi travi si era fatto uno arco d’oro molto rilucente sotto lo quale si era intagliato e’ dodici mesi tutte di pietre preziose sì come sarebbe di marmoro, e sopra l’arco si era intagliati gli dodici segni del cielo e in su ciascuno segno si era lavorato di pietre preziose gli setti pianeti e si erano partiti per gradi e per ore. Da una delle sponde si era lavorato di pietre preziose tutto lo Vecchio Testamento e dall’altra sponda si era lavorato tutto lo Nuovo Testamento di pietre preziose e tutto lo sta[t]o delle prelazioni e degli reggimenti signorili, cioè del papa e de’ cardinali. E uno de’ capi dell’arco si era sopra una figura che era fatta a modo d’uno papa parato che sedeva in su una carriega edificata sopra quattro animali molto maravigliosamente, e l’altro capo dell’arco si era sopra una figura fatta a modo d’uno imperadore quando è meglio adornato e incoronato e stando sopra una sedia fatta molto straniamente in su quattro similitudini di quattro vangeli[sti]; e tutte queste cose molto bene lavorate di pietre preziose e d’oro e d’ariento e de tanto bene lavorate e sì proprie che tutte parevano vive e vere, e pare che ’l papa e llo ’mperadore si guatino insieme e si favellino l’uno co ll’altro.

E in mezzo dell’arco del ponte [nel]la più alta parte del ponte si era lavorato di gran m[iora]mento una sedia e in su quella sedia si è quattro animali ed èvi intagliato lo nostro signore Iddio secondo che dee venire el dì del giudizio quando e’ verrà a giudicare e’ vivi e ’ morti. E tutte qu[este c]ose si erano lavorate di pietre preziose ed eravi due figure così fatta l’una come l’altra, una da l’un lato, l’altra dall’altro lato, per potere parere da entramendue le parte. E in sulla porta del segnale cilestro si è un grande specchio molto bello, e quello specchio si era di molta virtù e di m[o]lta chiarità e bellezza, e dalla parte d’inverso mezzodì da llungi un trar di pietra si è in mezzo del fiume una colonna di cristallo molto grossa e lunga, e in su questa colonna si è lavorata una gran ruota tutta di diverse pietre preziose, molto ben fatto lo Paradiso, e questa è tal gioia a vedere che in questo mondo nonn-è più diletto a rispetto di quello. E dallo lato della tramontana, a llungi bene un trarre di pietra, e in mezzo del fiume, si è una colonna molto grossa e lunga e di marmo, e suso alto è cerchiato di ferro e di piombo, e questa colonna si è lavorata di pietre sozze e brutte da vedere, ed èvi lavorato entro tutto l’Inferno e lle sue istorie; e questo si è tal paura a vedere che sse al mondo non avesse [...] questa basterebbe" e sarebbe troppo, e nonn-è persona sì coraggiosa che non avesse paura a vederla così brutta.