Apri il menu principale

La gran Donna del Mar, che lungi stese

Giovanni Battista Ciapetti

L Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura La gran Donna del Mar, che lungi stese Intestazione 26 agosto 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Battista Ciapetti


[p. 108 modifica]

III1


La gran Donna- del Mar, che lungi stese,

[p. 109 modifica]

     E stende ancor la trionfal sua mano,
     Contra cui l’Asia armi apparecchia invano
     Per far vendetta dell’antiche offese;
5E giusta e lieta ad onorar già prese,
     Soranzo eccelso, il tuo valor sovrano,
     Che al primo segno è giunto, ove l’umano
     Pensier di rado, o per te solo ascese.
Oh! se delle sue navi a te destina
     10L’altero scettro, d’ostil sangue tinta
     Parmi veder tutta l’Egea marina:
E veder l’Asia, che pur or fastosa
     L’Europa immaginò depressa e vinta,
     Depor tanta speranza, e andar pensosa.


Note

  1. A sua Ecc. Soranzo eletto in Venezia Procur. di S. Marco.