Apri il menu principale
Sennuccio del Bene

XIV secolo M Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu Letteratura La Madre vergin gloriosa piange Intestazione 21 settembre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV/Sennuccio del Bene


[p. 211 modifica]

     La Madre vergin glorïosa piange
Sotto la croce, ove il Figliuolo a torto
Vede ferito sanguinente e morto,
     Dicendo, lassa!, ne’ dolenti guai
— Per qual sua colpa, crudel morte pruova5
Lo mio figliuol, che a meraviglia nuova
Creato fu, lo partorii, lattai?
Così come suo par non nacque mai,
Non è simil dolore a quel ch’io porto,
Senza speranza mai d’alcun conforto.10
     S’io veggio morta in croce ogni pietate
Verace fede speranza et amore
Nella mia creatura e creatore,
E spenta vita via e veritate;
Chi porrà fine alla mia infermitate,15
Rimasa sola in tempestoso porto?
No ’l so vedere; ond’io più mi sconforto. —
     In più dolor sopra dolor ripiange
La sconsolata, com’più mira scorto
Pendere in croce Cristo suo diporto.