Apri il menu principale
Cino da Pistoia

XIV secolo L Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura L’anima mia vilmente è sbigottita Intestazione 15 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 94 modifica]

     L’anima mia vilmente è sbigottita
Della battaglia che la sente al core.
Che, se pur s’avvicina un poco Amore
Più presto a lei che non soglia, ella more:
     5Sta come quei dhe non ha più valore,
Ch’è per temenza dal mio cor partita;
E chi vedesse com’ella n’è gita,
Dirìa per certo — Questi non ha vita. —
     Per gli occhi venne la battaglia pria,
10Che roppe ogni valore immantenente.
Sì che del colpo fìer strutta è la mente.
     Qualunque è quel che più allegrezza sente,
S’ei vedesse il mio spirito gir via,
Sì grande è la pietà, che piangerìa.