Apri il menu principale

Guida della montagna pistoiese/La Fauna

La Fauna

../La Flora ../Abitanti IncludiIntestazione 23 novembre 2019 100% Da definire

La Flora Abitanti

[p. 47 modifica]La Fauna. — Nell’Appennino pistoiese, pe’ monti più alpestri raramente apparisce qualche lupo. Nei terreni boschivi, lepri, volpi, martore, puzzole, ghiri, scoiattoli, tassi. Tra le specie più comuni di volatili, nidificano nei boschi, nelle piagge, e nella pianura i seguenti, che riportiamo con la ordinaria loro denominazione: alocchi, abbriccagnoli, averlie, ballerine, beccafichi, calenzoli, capinere, calderugi, cinciallegre, codirossi, colombacci, cornacchie, corvi, crocieri, cuculi, culbianchi, falchi piccoli, fanelli, filinguelli, frusoni, gabbiani, ghiandaie, lodole, lucherini, merli, montanelli, ortolani, pagliaricci, passere, peppoli, pettirossi, pispole, picchi, quaglie, raperini, [p. 48 modifica] rigogoli, scriccioli, starne, sterpagnole, tortore, tordele, tordi, torcicolli, usignoli, zigoli; e presso certi torrenti, merli acquatici, e tordi marini. In basso della pianura e presso ai laghi, germani, beccaccini, ed altri palmipedi. Nota che vi si trovano, ma di passaggio, le beccacce, i beccaccini, i pinzacchi, i coccoloni e gli storni. Presso le sorgenti de’ principali fiumi, come della Lima e della Limentra, si pescano trote e ghiozzi; gli altri pesci più comuni sono le lasche, i barbi, i broccioli, le anguille, ec.

Nella val di Nievole, molte volpi e faine, alcune martore e qualche lontra presso i torrenti e canali, sono i pochi mammiferi indigeni. Qualche tortora e pernice, poche starne, molte quaglie, moltissime lodole, e le altre surricordate specie di volatili fanno qui le loro cove. Nel lago e ne’ paduli si fa gran caccia di folaghe, di germani e di molte altre varietà congeneri: di beccaccini, di martinelli, di pavoncelle, ec. Assai più considerabile e ricca riesce la pesca che vi si fa di lucci, di tinche, scalbatre, reine, anguille, ec.; il barbio e la lasca sono le specie più comuni nei fiumi e torrenti. I muggini e le cheppie, ed altri pesci di acqua marina, vi penetrano in certi tempi per la Serezza e per la Guisciana.