Guarda, mi disse, e in dolce atto cortese

Niccolò Maria Di Fusco

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Guarda, mi disse, e in dolce atto cortese Intestazione 8 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT



[p. 193 modifica]

V1


Guarda, mi disse, e in dolce atto cortese
     Mostrommi Amor leggiadra copia eletta;
     E non mai, disse, ebbe la mia saetta
     Scopo più degno, e più bel foco accese
5Non v’ha, soggiunse, in quest’almo paese
     Più chiari spirti, e in van da voi s’aspetta
     Nodo miglior, che più cara e diletta
     Coppia quaggiù dal Ciel unqua non scese.

[p. 194 modifica]

Disse, ed in volto a’ fortunati Sposi
     10Lietamente guardò tre volte, e rise,
     Com’uom che di bell’opra si compiace.
Vivete lieti, o fidi avventurosi
     Felici Amanti, e ciò ch’Amor promise
     Godete in lunga desiata pace.


Note

  1. Per le Nozze de’ Duchi della Torre.