Fosca/Capitolo XXII

Capitolo XXII

../Capitolo XXI ../Capitolo XXIII IncludiIntestazione 5 maggio 2020 75% Da definire

Capitolo XXI Capitolo XXIII
[p. 79 modifica]

XXII.

Vorrei aggiungere qui alcune altre pagine del mio giornale, su cui ho voluto ricordare le gioie del mio primo incontro con Clara.

Ma perchè ritornare su quella parte del mio passato?

Esso è sepolto assai profondamente. E poi, io non amo più quelle gioie, io le odio. Seno esse che mi hanno ingannato sulla natura e sui fini della vita. Una vita tutta di dolori mi avrebbe conservato pio, severo, inflessibile; avrebbe almeno riempiuto d’orgoglio questo cuore, che ora è ripieno di nulla. Quelle gioie ne hanno invece oscurate le virtù, perchè una esistenza virtuosa non può essere altro che una serie di sacrificii non interrotta. Le dolcezze del mondo son bandite da una vita veramente utile e veramente benefica. Gli alberi che danno frutti hanno fiori modesti e spesso.inodori; i grandi fiori, quelli riechi di petali e di profumi, non sbocciano quasi mai che sulle piante sterili e velenose.

La virtù non ha fiori, ma ha frutti.