Apri il menu principale
La sera straniera

../Levati, e cammina ../Colloquio con l’anima IncludiIntestazione 13 aprile 2018 100% Da definire

Levati, e cammina - Levati, e cammina Levati, e cammina - Colloquio con l’anima
[p. 77 modifica]

LA SERA STRANIERA.


Sboccian le stelle elettriche e le stelle
del cielo, argentee, sulle vie che ignori
e non ti sanno. In cerchi di splendori
4t’immergi, e mai ti fûr l’ore sì belle.


Nome scordasti, e culla, e la menzogna
lunga e lo strazio dell’inutil pianto:
qui, se tu parli nel natio tuo canto,
8niimo t’intende. — Passa: taci: sogna.

[p. 78 modifica]



Novella pare l’anima in esiglio
a sè, come nell’impeto del fresco
fiorir di marzo a sè par nuovo il pesco
12roseo-chiomato, e di se stesso il figlio.


D’ogni basso livor tu l’hai detersa
fuggendo: ed or memoria più non hai:
sfiori, monda e leggera, il sempre e il mai,
16in pura infanzia dal lavacro emersa.


Il liberato spirito si snuda
pel battesimo sacro. Ardono gli astri
al rito. E tu ti fai simile agli astri
20senza tempo, o mia vita, o vita ignuda.