Apri il menu principale

E sotto il freddo, e sotto il clima ardente

Francesco De Lemene

E Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura E sotto il freddo, e sotto il clima ardente Intestazione 26 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco da Lemene


[p. 229 modifica]

VI


E sotto il freddo, e sotto il clima ardente,
     Oltre all’ultima Tile e l’Oceàno,
     E dovunque sia luogo ivi si sente
     La gran possa, Signor, della tua mano.
5Per fuggirti Davidde il Re dolente
     Or l’Inferno, ora il Ciel ricerca invano:
     Al tuo sguardo divin tutto è presente
     Dal Tuo braccio divin nulla è lontano.
La materia a la forma insieme allacci:
     10Ma sempre il Fral composto, al fin ridutto
     Se l’abbandoni Tu, scioglie quei lacci.
Il tutto senza Te fora distrutto:
     Di Te riempi il Tutto, il Tutto abbracci;
     Il Tutto in Te si trova, e Te nel Tutto.