Apri il menu principale

Donna gentil, che il nobil petto adorno

Giacomo Canti

D Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Donna gentil, che il nobil petto adorno Intestazione 1 novembre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. xxix modifica]

GIACOMO CANTI.


Donna gentil, che il nobil petto adorno
     Albergo reso delle Muse avete,
     Onde a più degni spirti invidia e scorno
     Colle vostre bell’opre ognor movete:
5Poichè la Fama, che già vola intorno,
     Dice il meno del Bel, che in voi chiudete,
     Fate col vostro stil ch’il Mondo un giorno
     Venga a saper da voi, quel che voi siete
Vedrassi allora che i begli occhi vostri
     10Degni son che ne’ carmi ognun v’onore,
     E famosa vi renda a’ giorni nostri:
Ma chè? Lo spirto e ’l vostro alto valore,
     E ’l vivace intelletto e i puri inchiostri
     Vi fan degna di gloria assai maggiore.