Chi è questo signor tanto nomato

Pieraccio Tedaldi

Aldo Francesco Massera 1916 Indice:AA. VV. – Sonetti burleschi e realistici dei primi due secoli, Vol. II, 1920 – BEIC 1928827.djvu sonetti Chi è questo signor tanto nomato Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Mágiolo, el tuo bracchetto fu da mandria Amor è giovenetto, e figurato
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta XXIV. Pieraccio Tedaldi
[p. 35 modifica]

I

Che cosa è Amore.

— Chi è questo signor tanto nomato,
che dá altrui dolcezza ed amarore?
— Egli è un nome, che si chiama Amore,
4il quale ha signoria sopr’ogni stato.
— Egli è un animal proporzionato,
che gusti e dorma ed abbia in sé sentore?
— E’ nasce di piacere e di dolzore;
8animal no, ma è cosí un nome usato.
— Se ciò non è, perché è alcun credente
ch’e’ dia quando dolcezza e quando pene,
11e che sia in ogni stato si possente?
— Diróttelo in duo versi brevemente:
Amor è quel signor, che ci sostiene;
14e senz’Amor non si può far niente. —