Apri il menu principale

Chi è questa che ven, ch'ogn'om la mira

Guido Cavalcanti

XIII secolo C Indice:The Oxford book of Italian verse.djvu Sonetti Duecento Chi è questa che ven, ch'ogn'om la mira Intestazione 30 dicembre 2011 75% Sonetti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta The Oxford book of Italian verse

[p. 77 modifica]

CHI è questa che ven, ch’ogn’om la mira,
     E fa tremar di claritate l’a’ re,
     E mena seco Amor, sì che parlare
     Omo non pùo, ma ciascun ne sospira?
Deh! che rassembla quando li occhi gira,
     Dical Amor, ch’i’ nol porria contare:
     Cotanto d’umiltà donna mi pare,
     Ch’ogn’altra veramente la chiam’ ira.
Non si porria contar la sua piagenza,
     Ch’a lei s’inchina ogni gentil vertute,
     E la beltate per suo Dio la mostra.
Non fu sì alta già la mente nostra,
     E non si posa in noi tanta salute
     Che propriamente n’abbiam conoscenza.