Apri il menu principale

Chi è costei, che tanto orgoglio mena

Francesco Redi

C Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Chi è costei, che tanto orgoglio mena Intestazione 5 ottobre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Maria Redi


[p. 356 modifica]

XVIII


Chi è costei, che tanto orgoglio mena
     Tinta di rabbia, di dispetto, e d’ira,
     Che la speme in amor dietro si tira,
     E la bella pietà stretta in catena?
5Chi è costei, che di furor sì piena
     Fulmini avventa quando gli occhi gira,
     E ad ogni petto, che per lei sospira,
     Il sangue fa tremar dentro ogni vena?
Chi è costei, che più crudel che Morte,
     10Disprezzando ugualmente Uomini e Dei,
     Muove guerra del Ciel fin sulle porte?
Risponde il crudo Amor: Questa è colei,
     Che per tua dura inevitabil sorte
     Eternamente idolatrar tu dei.