Apri il menu principale

Al mio pensier non s'appresenta oggetto

Giovanni Battista Ciapetti

A Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Al mio pensier non s'appresenta oggetto Intestazione 26 agosto 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Gio. Battista Ciapetti


[p. 110 modifica]

VI


Al mio pensier non s’appresenta oggetto,
     Scorra pur’egli l’Universo intero,
     Che veduto ad un lume occulto e vero,
     Manchevole non sembri, ed imperfetto.
5Ond’io dico, rivolto all’intelletto
     Che va d’un tal conoscimento altero:
     Dunque impressa ho l’idea nel mio pensiero,
     L’Idea dell’infinito e del Perfetto.
Che se di quel che miro io non son pago,
     10Altra addur non potrò certa ragione,
     Se non l’aver di maggior cosa immago:
E quindi, o dessa in me l’alto suppone
     Vero esemplare, in cui sol’io m’appago,
     O che il Nulla di lei sarà cagione.