A cosa fatta non vale pentére

Cecco Angiolieri

Aldo Francesco Massera XIII secolo Indice:Prati, Giovanni – Poesie varie, Vol. II, 1916 – BEIC 1901920.djvu sonetti A cosa fatta non vale pentére Intestazione 23 luglio 2020 25% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Ogni capretta ritorn' a su' latte Egli è sí poco di fede e d'amore
Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti (Cecco Angiolieri)
[p. 135 modifica]

CXLV

Il senno di poi non vai nuli:».

A cosa fatta non vale pentére,
né dicer po’; — Cosi vorre’ aver fatto. —
Senno di dietro poco può valere:
4però s’avveggia l’uomo ’nanzi tratto.
Ché, quando l’uomo cominci’ a cadere,
e’ non ritorna in istato di ratto:
io, clic non seppi quella via tenere,
8lá, dove non mi prude, si mi gratto.
Ch’i’son caduto e non posso levarmi,
e non ho al mondo parente si stretto,
11che pur la man mi desse per atarmi.
Or non abbiate a beffa questo detto:
ché cosí piacci a la mia donna amarmi,
14come non fu giammai me’ ver sonetto.