Trattatello in laude di Dante/IV

IV
Impedimenti avuti da Dante agli studi

../III ../V IncludiIntestazione 2 febbraio 2009 75% Biografie

III V


Gli studi generalmente sogliono solitudine e rimozione di sollecitudine e tranquillità d’animo disiderare, e massimamente gli speculativi, a’ quali il nostro Dante, sì come mostrato è, si diede tutto. In luogo della quale rimozione e quiete, quasi dallo inizio della sua vita infino all’ultimo della morte, Dante ebbe fierissima e importabile passione d’amore, moglie, cura familiare e publica, esilio e povertà; l’altre lasciando più particulari [noie], le quali di necessità queste si traggon dietro: le quali, acciò che più appaia della loro gravezza, partitamente convenevole giudico di spiegarle.