Fosca/Capitolo XVII: differenze tra le versioni

Correzione pagina via bot
m (Conversione intestazione / correzione capitolo by Alebot)
(Correzione pagina via bot)
{{Qualità|avz=75%|data=19 settembre 2008|arg=romanzi}}
{{IncludiIntestazione|sottotitolo=Capitolo XVII|prec=../Capitolo XVI|succ=../Capitolo XVIII}}
 
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente=Capitolo XVI
|NomePaginaCapitoloPrecedente=../Capitolo XVI
|CapitoloSuccessivo=Capitolo XVIII
|NomePaginaCapitoloSuccessivo=../Capitolo XVIII
}}
 
Mi ritirai nella mia stanza tristissimo; era assai malcontento di me, e sentiva che aveva il dovere di indagare severamente la mia condotta. Il risultato di quell’esame non poteva che mettermi in maggior ira contro me medesimo; mi era contenuto come un ragazzo, come un collegiale. Fosca aveva avuto ragione ad approfittare della mia semplicità; essa non aveva fatto che cedere alle mie provocazioni. Se il mio contegno era stato tale con lei di cui avrei abborrito l’affetto, quale sarebbe stato con una donna avvenente, il cui amore avrebbe lusingato la mia vanità? Come mi sentiva colpevole verso Clara! Come era umiliato della mia debolezza!
 
 
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente=Capitolo XVI
|NomePaginaCapitoloPrecedente=../Capitolo XVI
|CapitoloSuccessivo=Capitolo XVIII
|NomePaginaCapitoloSuccessivo=../Capitolo XVIII
}}
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}
362 077

contributi